Menu


Dischi


Etichette

 
 


Homepage

GIUGNO:
lunedi 15 - Zebulon
lunedi 22 - Nublu
mercoledi 24 - Zebulon
lunedì 29 - Nublu

LUGLIO:
giovedì 02 - Joe's Pub
lunedi 06 - Nublu
giovedi 09 - Joe's Pub
lunedì 13 - Nublu
giovedì 16 - Joe's Pub
lunedi 20 - Nublu
giovedi 23 - Joe's Pub
lunedi 27 - Nublu
giovedì 30 - Joe's Pub

   

July 24, 2009
incroci

Stasera il Joe’s pub mentre suonavamo è diventato uno stadio e poi una camera da letto poi una discoteca anni 70 poi un club elettrico poi una piazzetta di paese poi la scalinata di fronte a casa poi angolo del bronx poi spiaggia di rio e un sacco di altri posti nel giro di un’ora e mezza.E’ la musica che fa questo.Mettere insieme musicisti di formazione e provenienza molto diversa è abbastanza rischioso ma se scatta la magia l’effetto è strepitoso.Mi piacciono gli incroci,più delle strade mi piacciono gli incroci.In brasile c’è addirittura un Santo del Candomblè,tra l’altro uno dei più potenti del loro pantheon sincretista,che si occupa degli incroci,di tutti gli incroci.Sono sicuroc che anche nel cattolicesimo dei nostri nonni c’è il patrono degli incroci,devo chiedere a qualcuno che conosco chesa di questa roba.Ci sono alcuni dei fedeli del culto afrobrasiliano che fanno un cenno di devozione al Santo ogni volta che attraversano un incrocio.Il Santo degli incroci è anche lo stesso della musica.
New York è la città con più incroci al mondo essendo praticamente costruita su uno schema a quadrati,e la sua storia ha molto a che fare con questi punti vitali dove si mescolano i flussi provenienti dalle zone dove all’origine si sistemavano i diversi gruppi di immigrati.Questo ha avuto un ruolo nella formazione dell’identità di questo posto che è unico al mondo e che continua ad essere la città delle città.Fare musica qui come stiamo facendo noi è un grande dono che ho ricevuto e certe sere mi sembra di sognare quando esco dal club dopo il concerto.E’ una faccenda personale che vista da fuori capisco che possa sembrare esagerata,del resto ci vengono a sentire poche centinaia di persone.E’ una questione essenzialmente musicale,le persone in realtà potrebbero essere anche meno o più,l’importante è che scocchi la scintilla,che la musica si accenda.La storia è semplice,è come se fossi un informatico e stessi facendo un lavoretto in sylicon Valley,come un benzinaio in arabia saudita,come uno che scolpisce il ghiaccio in gita in Groenlandia,come un ballerino sulle punte alla scala,come un prete in vaticano,un innamorato sul canal grande con la sua bella,uno scalatore al campo base del k2,un marmista a carrara,un pizzaiolo a Napoli,un musicista a New York.